Corciano Hotel - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Corciano
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: DA VEDERE
CHIESA MUSEO DI SAN FRANCESCO
  La tradizione vuole che la chiesa sia stata eretta giÓ nel 1223 per ricordare e celebrare il passaggio di San Francesco d'Assisi a Corciano nel 1211, di ritorno dall'Isola Maggiore del Lago Trasimeno. Molto probabilmente, invece, la chiesa fu eretta alla fine del XIII, visto che il primo documento che la menziona risale al 30 settembre del 1300. Al suo interno, Ŕ possibile ammirare alcuni affreschi databili tra la fine del XIII secolo e gli inizi del XIV secolo, oltre che a opere di interessanti artisti come Orlando Merlini, Benedetto Bandiera, Lorenzo Sinibaldi, Giovanni Antonio Scaramuccia e Giuseppe Laudati. Sotto il pavimento della chiesa sono ricavate 21 tombe familiari chiuse da lastre tombali dove sono riprodotti gli stemmi delle pi¨ importanti famiglie corcianesi.
CHIESA DI SANTA MARIA DEL SERRAGLIO
  A breve distanza dalla chiesa di San Francesco, al centro di un trivio stradale un tempo molto importante, sorge la piccola chiesa della Madonna del Serraglio, giÓ eretta nel XVI secolo inglobando una piccola edicola trecentesca dove era raffigurata una Madonna con bambino ritenuta miracolosa. Nel 1521 venne realizzata la decorazione dell'abside con episodi della vita della Vergine, alternati a decorazioni tardo rinascimentali a grottesca e girali floreali. Al suo interno si trovano pregevoli opere d'arte, tra le quali una NativitÓ di Maria dipinta da Giuseppe Laudati (XVIII secolo) ed una scultura raffigurante Cristo risorto di Francesco Fabrucci di Cortona (1761).
Chiesa del Borgo
  La piccola chiesa, dedicata alla Mater Salvatoris, era annessa ad un piccolo Ospedale, ricovero per viandanti, pellegrini, poveri, mendicanti e donne sedotte, sede oggi della Scuola Materna di Corciano. All'interno della chiesetta venne realizzato, nel 1494, l'affresco raffigurante la Madonna col bambino tra i santi Sebastiano e Nicola da Tolentino. Sulla parete di sinistra della piccola abside fu affrescato Sant'Antonio abate seduto su ricco seggio. Entrambi gli affreschi sono attribuiti a Ludovico di Angelo di Baldassarre, artista della bottega di Fiorenzo di Lorenzo.
Chiesa di San Pietro di Taverne
  La localitÓ Taberne Corciani, avamposto del castello ubicato a circa un chilometro dal paese lungo la strada che da Perugia Ŕ diretta al Lago Trasimeno, si trova giÓ menzionata nel 1279. La chiesa di San Pietro fu costruita in seguito allo sviluppo dell'abitato e si trova giÓ accatastata nel 1361. Tra il 1806 ed il 1808 la chiesa fu interamente ricostruita. Al suo interno Ŕ conservata una bella immagine di Maria con il bambino, detta Madonna del Buon Consiglio, datata al primo Seicento.
Chiesa di Sant'Agostino
  La sua costruzione fu sancita dalla bolla pontificia di Giovanni XXII nel 1334. Sorge in cima ad una collina ricca di ulivi, proprio di fronte al colle di Corciano. L'intera struttura fu restaurata nel corso del XVIII secolo. Il convento adiacente, oggi proprietÓ privata, fu soppresso nel 1860 e tutti i suoi beni, insieme alla chiesa, furono incamerati dallo Stato. All'interno della chiesa si possono ammirare, oltre a numerosi dipinti e opere importanti, tra cui il coro ligneo dell'abside, datato al 1746, le statue dei santi patroni del Comune di Corciano: San Michele Arcangelo, San Sebastiano, San Rocco e San Macario.
PARCO DELLA TRINIT└
  La sommitÓ di monte Malbe, nota come Colle della TrinitÓ, si estende in parte nel Comune di Corciano ed in parte in quello di Perugia. L'area, recentemente sistemata grazie all'intervento della ComunitÓ Montana Associazione dei Comuni Trasimeno - medio Tevere, Ŕ in grado di offrire ai visitatori adeguate attrezzature per la sosta, il divertimento, lo sport e il ristoro. In uno degli angoli pi¨ suggestivi di monte Malbe, sul versante rivolto verso Corciano, sorge l'antico eremo di S. Salvatore in Sasso noto anche come "Romitorio", costruito tra l'XI ed il XII secolo, oggi proprietÓ privata.
Museo della Casa Contadina
  Situato nel cuore del centro storico di Corciano, il Museo della Casa Contadina Ŕ una importante testimonianza di una cultura legata al mondo e all'economia agricola che fu predominante a Corciano fino a pochi decenni fa. La raccolta Ŕ nata intorno agli anni Settanta del secolo scorso dalla volontÓ popolare di raccogliere e fissare situazioni, comportamenti e strumenti di vita caratteristici di una societÓ che, con il nascere e il dilagare dell'industrializzazione, sarebbe andata irrimediabilmente perduta. Il Museo Ŕ costituito da una tipica abitazione corcianese, ristrutturata, nella quale sono mantenuti tutti gli oggetti che servivano alla vita quotidiana, ciascuno al proprio posto come in attesa di essere usati di nuovo. Gli utensili dei pi¨ comuni mestieri del tempo sono allineati sopra il deschetto, sul tavolo da falegname, intorno al telaio, fra le botti ed i tini. Entrando nella casa, dunque, si ha la sensazione di accedere all'interno di una abitazione momentaneamente vuota, ma pronta a riprendere vita al ritorno del "casaiolo" o della massaia.
Museo della Pievania
  Il Museo Ŕ istituito presso la piccola Chiesa di San Cristoforo, situata a fianco del Museo della Casa Contadina e raccoglie gli oggetti e le testimonianze pi¨ significative della vita religiosa e devozionale della comunitÓ di Corciano